chi sono?

Annalisa Milite

La Psicologia è sempre stata al centro della mia vita, fin da quando ne ho memoria. Più una vocazione che una scelta logica e razionale.

Con il passare del tempo, ho maturato la consapevolezza che la psicologia potesse donarmi la libertà di uno sguardo ampio e senza confini. Un modo per superare i limiti autoimposti, per scoprire il proprio potenziale e trovare il proprio equilibrio nel mondo, senza stravolgere la propria essenza, senza tradire la propria natura.

Ho sempre avuto interesse verso la pluralità dei punti di vista e ciò che consente di guardare alla vita e alle persone in maniera più ricca e colorata. Tutto ciò che l’espressione creativa e la libertà dell’immaginazione possono aggiungere di bello all’esperienza umana.

world, mondo, globo

Formazione e Valori

Formandomi, ho approfondito la Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, che mi ha permesso di porre la mia attenzione alle sfide evolutive; alla ricerca del benessere in momenti di vita in cui tutto cambia e vi è la necessità di conoscersi meglio, adattarsi, riscoprirsi, per vivere in armonia con sé e le persone vicino.

Alcuni principi fondamentali che ho fatto miei:

  • Continuità: lo sviluppo è un processo continuo che inizia e prosegue per tutta la vita.  Tutto il percorso di vita è fatto di momenti che richiedono più o meno attenzione e che possono provocare sofferenza. Non si smette mai di crescere, riadattarsi, migliorarsi.
  • Differenze individuali: ogni persona è unica e presenta differenze nel ritmo e nelle modalità di sviluppo. Molto spesso l’idea che vi sia un tempo specifico per ogni cosa diviene più un pensiero limitante che uno stimolo. Imparare a conoscere i propri tempi e a rispettarli è alla base della propria crescita. Solo con una maggiore consapevolezza di sé si può lavorare per trovare un compromesso con i tempi richiesti dall’esterno.

Proseguendo la mia formazione, la Psicologia di Comunità mi ha dato modo di ampliare lo sguardo e andare oltre il funzionamento delle singole persone, per analizzare come i sistemi e le strutture sociali possano influenzare il funzionamento umano. Poiché non bisogna dimenticare che le persone formano i propri pensieri, le emozioni e i comportamenti all’interno di contesti ecologici, storici, culturali e sociopolitici. Alcuni principi fondamentali che ho fatto miei:

  • Senso di comunità e connessione: L’importanza di costruire e mantenere un senso di appartenenza e di connessione tra le persone.
  • Diversità: La necessità di conoscere e comprendere le varie dimensioni della diversità in tutte le sue forme, promuovendo l’inclusione.
  • Autodeterminazione: La necessità di promuovere la capacità di prendere decisioni autonome, di agire in base alle proprie preferenze e di perseguire i propri obiettivi personali.
  • Empowerment: L’importanza di promuovere la consapevolezza e la valorizzazione delle risorse personali, per sviluppare abilità e competenze utili ad affrontare le difficoltà e a raggiungere i propri traguardi.