psicoeducazione

Cosa significa Psicoeducazione?

Cosa significa Psicoeducazione? Ma soprattutto, in cosa differisce dal Supporto Psicologico?

La Psicoeducazione nasce dall’unione di Psicologia ed Educazione, il cui approccio si basa sul fornire conoscenze e strumenti pratici su tematiche specifiche.

Ma quali sono le caratteristiche?

 

psicoeducazione e supporto psicologico

Come vediamo dalla tabella, lo scopo principale della Psicoeducazione è quello di portare l’attenzione su un tematica (es. riconoscimento e regolazione delle emozioni; gestione dello stress ecc…) ed utilizzare informazioni ed esercizi pratici, per favorire l’apprendimento di strategie necessarie ad affrontare le sfide relative al tema specifico.

Ma in che modo, accrescere le proprie conoscenze su una condizione, aiuta a migliorare il proprio benessere psicologico?

 

  1. Se so di più, comprendo di più: Conoscere le informazioni relative a una situazione, le dinamiche implicate e le conseguenze, mi aiuta a comprendere ciò che sto affrontando. Questa comprensione può ridurre l’incertezza e l’ansia associate alla condizione stessa.
  2. Maggiore controllo: Conoscere le cause, i sintomi e le possibili soluzioni di una situazione può far sentire una persona più in controllo della propria vita e delle proprie azioni. Questo senso di controllo può aumentare il senso di fiducia e di efficacia percepita.
  3. Identificare risorse e supporto: Conoscere l’argomento può aiutare a individuare le risorse disponibili e il supporto di cui ho bisogno. Ciò può includere l’accesso a servizi, professionisti del settore o comunità di persone che condividono esperienze simili.
  4. Promuovere abitudini sane: Conoscere i benefici di determinati comportamenti o pratiche può motivare una persona a metterli in atto per migliorare la propria condizione.
  5. Prendere decisioni informate: Le conoscenze approfondite su un argomento consentono di prendere decisioni informate e consapevoli. Questo può ridurre lo stress associato all’incertezza davanti a decisioni importanti per la propria situazione specifica.

 

Ma quindi, quali sono le differenze principali tra Psicoeducazione e Supporto Psicologico?

 

psicoeducazione e supporto psicologico

 

Come viene mostrato nella tabella, i percorsi di Psicoeducazione hanno un numero di incontri definito, utili al raggiungimento di un obiettivo specifico.

Come mai ciò non avviene per il Supporto Psicologico?

 

Negli interventi Psicoeducativi, gli obiettivi vanno circoscritti all’apprendimento di conoscenze e strumenti utili ad affrontare una condizione specifica. Per questo motivo, è possibile individuare il tempo necessario all’apprendimento di tali conoscenze.

 

Nel caso di un percorso di Supporto Psicologico non è possibile stabilire a priori, né un numero minimo, né un numero massimo di incontri, per diversi motivi, eccone alcuni:

  • Il numero di obiettivi può variare moltissimo
  • Non è possibile controllare tutte le variabili situazionali che influenzano il percorso (relazioni interpersonali, eventi, cambiamenti ecc…)
  • La persona deve avere la possibilità di interrompere liberamente e in ogni momento il suo percorso di supporto psicologico
  • La persona deve poter usufruire di supporto psicologico per tutto il tempo che ritiene necessario, senza avere una “data limite”
  • Durante i colloqui è possibile che si mettano in campo più situazioni da affrontare, ma questo non può accadere in tempi predefiniti e in modo automatico. Ogni persona e ogni situazione richiede un suo tempo, che non è quantificabile.

 

Riassumendo:

Nei percorsi di Psicoeducazione, l’attenzione principale è sulla tematica specifica e sull’apprendimento di conoscenze e competenze utili ad affrontare sfide specifiche, ciò per incrementare la propria capacità di affrontare in maniera funzionale una determinata condizione e migliorare la propria qualità di vita.

Nel caso del Supporto Psicologico, la persona è al centro dell’intervento. Il/la professionista, tramite l’ascolto attivo, fornisce uno spazio sicuro in cui poter rielaborare le proprie esperienze e individuare modalità per migliorare il proprio benessere psicologico.

 

 

 

 

 

psicoeducazione

Lascia un commento