donna che viaggia, nomade digitale

Nomadismo Digitale: Benefici e Sfide Psicologiche

Con le nuove opportunità che la tecnologia offre, la passione verso lo stile di vita da Nomade Digitale è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni. Una scelta che per alcunə rappresenta una vera occasione di libertà, per altrə risulta invece limitante.

Tutti possono essere Nomadi Digitali?

Prima di addentrarci nei benefici e nelle sfide del Nomadismo Digitale, è fondamentale partire da questa domanda. Tutti possono essere Nomadi Digitali? Ni. (La mia risposta preferita in ogni occasione!)

Perché non un semplice Si o No?

Potenzialmente tuttə (o quasi) potrebbero avvicinarsi a questo stile di vita, ma non è detto che questo sia adatto a tuttə. Non che ciò si differenzi tanto dai lavori considerati più “tradizionali“. Anche lavorare in ufficio, per quanto normalizzato, non è adatto a tuttə. Anzi, può essere una condizione che a lungo andare provoca problemi non indifferenti alla salute fisica e mentale delle persone.

Non esiste un tipo di lavoro ideale per tuttə, ancor meno uno stile di vita che sia l’optimus per ogni persona. Tuttavia, è comune imbattersi in coloro che criticano uno stile di vita diverso dal proprio, semplicemente perché non si allinea alle proprie necessità ed esigenze. Questo punto di vista consente loro di focalizzarsi, solamente sulle problematiche e gli aspetti negativi di una determinata scelta, impedendo di coglierne i benefici.

Se i pro e contro esistono per ogni stile di vita, come si può fare una scelta giusta per sé?

E’ importante prendere in considerazione gli aspetti oggettivi (quindi pro e contro, fatti, informazioni, testimonianze ecc… ), tenendo conto della propria situazione specifica (aspetti soggettivi). Questo perché, anche i fatti oggettivi possono assumere significati differenti a seconda delle esigenze personali.

Es.  Aspetto Oggettivo: Cambiamenti continui

Persona A: Il pensiero di non avere stabilità mi crea uno stato di ansia. Non riuscirei a condurre la mia vita. Non potrei fare programmi.

Persona B: Fantastico! Significa trovare ogni giorno un nuovo stimolo. Fare nuove scoperte, conoscere nuove persone e adattarsi a nuove situazioni! 

Dunque ancora una volta “No, non esiste una scelta adatta a tuttə“.

 

Benefici Psicologici del Nomadismo Digitale

Focalizziamoci ora su 3 aspetti positivi dal punto di vista psicologico. Che tu stia valutando questa scelta di vita, che tu sia in procinto di partire o che sia già partitə.

Benessere e Crescita Personale?

Quando si fa questo tipo di scelta, lo si fa spesso con un alto livello di motivazione, che garantisce un buon investimento di energie. Ciò cosa significa? Innanzitutto, che non si sta “subendo una scelta“. Piuttosto, si sta attivamente seguendo un proprio desiderio di vita e ciò favorisce il raggiungimento della realizzazione personale. Un’alta motivazione intrinseca garantisce, inoltre, che davanti a difficoltà ed ostacoli si sia maggiormente propensi ad investire energie per trovare soluzioni.

Oltretutto, avere l’opportunità di confrontarsi con nuove situazioni, contesti e persone, favorisce un processo di riflessione e di autoconsapevolezza. Come mai?

Uscire da una routine fissa e dalla zona di comfort, stimola la persona a guardarsi da punti di vista differenti. Favorisce la riflessione sul proprio comportamento e sul modo in cui cambia davanti a contesti e situazioni differenti. Richiama la necessità di trovare nuove strategie e risorse che si erano ignorate fino a quel momento. Infine, il viaggio e l’incontro con le diversità, consentono di arricchirsi culturalmente ed emotivamente.

Riduzione dello Stress?

Per alcune persone, la routine classica può essere fonte di stress. Questo avviene soprattutto se i tempi dettati dall’esterno entrano in forte collisione con il proprio ritmo personale. La possibilità di scegliere il luogo più adatto al proprio funzionamento contribuisce a ridurre lo stress percepito.

Tempo libero e Organizzazione?

Molto spesso questo stile di vita è preferito da coloro che vogliono dare importanza al proprio tempo. Ciò non significa che le ore di lavoro siano necessariamente inferiori ad un lavoro tradizionale. Tuttavia, avere la possibilità di spostarsi più facilmente e di organizzarsi il lavoro, rende più semplice poter dedicare il proprio tempo libero ad attività ed esperienze, che sarebbero altrimenti limitate per via della distanza o della difficoltà di organizzazione.

Mi sono focalizzata solo su alcuni aspetti, ma se hai avuto esperienza come Nomade Digitale, scrivi pure la tua testimonianza nei commenti!

 

Sfide Psicologiche del Nomadismo Digitale

Come accennato in precedenza, per una scelta equilibrata è necessario considerare diversi aspetti. E’ importante soffermarsi anche sulle problematiche che questo stile di vita può provocare e quali le strategie da poter adottare.

Solitudine e Isolamento?

Quando si pensa al nomadismo digitale, spesso si fa riferimento alle community, ai luoghi in cui vivere o lavorare insieme. Quindi, difficilmente lo si associa all’idea di solitudine.

Io sto bene da solə, non soffro mai la solitudine!

Saper stare da soli è fondamentale, un aspetto troppo spesso trascurato, ma è altrettanto importante non trascurare il bisogno umano di relazioni. Quando parlo di relazioni, non mi riferisco solo a conoscenze superficiali, ma a connessioni profonde e significative per la persona.

Quando si viaggia spesso, può risultare più difficile avere il tempo materiale di costruire e mantenere relazioni salde, che possano anche essere un supporto nei momenti più difficili. Allo stesso tempo, viaggiare offre l’occasione di avere un bacino più ampio di persone con cui trovare un’immediata compatibilità e connessione. Tutto sta nel riuscire a trovare il giusto equilibrio, tra il proprio bisogno di solitudine e il sapersi fermare a conoscere e stringere rapporti con le persone intorno. Saper dare e ricevere, in un continuo scambio reciproco.

Stress, Stabilità, Soldi?

L’incertezza riguardo la propria fonte di guadagno, può essere fonte di stress e non va sottovalutata. L’incertezza del guadagno è più legata alla condizione di lavoratorə autonomə in sé, che al nomadismo digitale. Tuttavia, l’essere in viaggio può rendere questo tipo di preoccupazioni finanziare, predominanti. Questo perché, entrano in gioco altri fattori come la burocrazia, le regole del Paese in cui si vive, la ricerca continua di alloggi, i costi per i trasporti, gli imprevisti, i costi inattesi ecc…

Sono tutti aspetti che possono trovare soluzioni e possono essere affrontati, ma richiedono attenzione e non vanno tralasciati. Le conseguenze infatti, possono avere un forte impatto sul benessere psicofisico.

Oltre a ciò, la mancanza di un luogo fisso in cui tornare e la mancanza di stabilità, in alcuni periodi o in condizioni specifiche, possono improvvisamente rappresentare una fonte di preoccupazione. Anche le persone che desiderano la libertà e l’indipendenza, possono confrontarsi con paure e incertezze dovute all’instabilità. O ancora, alcune situazioni familiari/relazionali possono risvegliare il bisogno di fermarsi e/o avvicinarsi alle persone care.

Problemi di Adattamento Culturale?

Quando si immagina di vivere in Paesi diversi, spesso ci si focalizza sugli elementi che si preferiscono, o di cui si è più curiosi. Tuttavia, non bisogna dimenticare che se non si vive un luogo solo da “turista”, ci si confronterà inevitabilmente con differenze culturali. Queste possono avere un impatto sul proprio benessere e sulla capacità di adattarsi e sentirsi “a casa”.

Riuscire ad integrare la propria identità culturale con quella del Paese in cui si vive e lavora, può essere una sfida molto stimolante, che però richiede uno sforzo e una buona dose di riflessione e apertura mentale. Ciò non significa che bisogna adattarsi sempre a qualunque situazione. Tuttavia, è importante imparare a conoscere e distinguere bene i propri limiti, da quelli che sono aspetti su cui poter lavorare per aprirsi ed arricchirsi con nuove prospettive. Questo processo richiede un lavoro continuo su di sé, di conoscenza, di consapevolezza e disponibilità a mettere in discussione le proprie convinzioni.

 

Come affrontare le sfide del Nomadismo Digitale?

Come ho accennato in precedenza, ogni scelta ha degli aspetti negativi da considerare, anche la più consueta e tradizionale. Bisogna, quindi, interrogarsi sulle ragioni che muovono verso questo stile di vita. Le caratteristiche personali, i valori, i desideri, gli obiettivi, le responsabilità che si hanno verso altre persone. Sono tutti elementi che vanno presi in considerazione e analizzati per poter fare una scelta e soprattutto per poter essere in grado di trovare soluzioni alle difficoltà che si presentano.

Solə, ma insiemeNon dimenticare l’importanza delle community, del supporto che una rete di persone può offrire. Entrare a far parte di gruppi con cui condividere preoccupazioni, dubbi e soluzioni è uno degli aspetti più interessanti dell’essere Nomadi Digitali.

Chiedi a professionistə: Per ogni problema può esserci una soluzione, ma spesso semplicemente non la si conosce. Informati bene riguardo gli aspetti potenzialmente difficoltosi di questa scelta e se necessario rivolgiti ad espertə dei vari settori. Che si tratti di quello finanziario, quello legislativo o quello che riguarda la tua salute mentale, affidandoti a uno/a psicologo/a. Sono tutti aspetti fondamentali per rendere la scelta consapevole e funzionale per te.

Informati, sii curiosə, ascolta: Non è possibile evitare shock culturali, ma è possibile informarsi e predisporsi a conoscere e comprendere culture e modi diversi di vivere. Non si può comprendere in poco tempo la storia e la struttura sociale di un Paese, ma si può imparare con il tempo, vivendo ed ascoltando le persone. Concentrati semplicemente sul prendere e mettere nel tuo bagaglio di vita ciò che ti arricchisce e lasciare indietro ciò che non fa per te.

 Lavora su di te: Conoscersi bene, scoprire le proprie risorse e potenzialità, così come prendere coscienza dei propri limiti. Questi sono aspetti importanti sempre e in ogni contesto, ma nel caso del nomadismo digitale, diventano imprescindibili. Pratica molto la riflessione su di te e su ciò che ti accade intorno, valuta se utilizzare degli strumenti come trascrivere i propri pensieri, dai attenzione alle relazioni interpersonali e al supporto reciproco, interrogati spesso su quali siano le tue emozioni e su come ti senti.

Prenditi sempre cura di te, anche quando non vorresti, anche quando pensi che le priorità siano altre.

Lascia un commento